Paris

03 Ottobre 2015, Paris – Job&WTF

Ebbene si, questa è la verità: non ne sono ancora venuta a capo. Non sto ancora lavorando. E definirlo “insopportabile” è sminuire.
Sono fortemente attaccata alla mia indipendenza da sempre e, per quella che è probabilmente la prima volta, la sento minacciata.

Ho lavorato ben 3 sere nei locali dell’azienda internazionale di cui vi avevo parlato con entusiasmo, prima che il manager si dissolvesse nel nulla. Letteralmente. Non risponde al telefono, non si è fatto trovare in ufficio. Sono riuscita solo ad arrangiare un mezzo appuntamento con la segretaria (che oggi è stato posticipato, tra l’altro, ndr) per ricevere la retribuzione che mi spetta. Non so, probabilmente non gli sono andata a genio come credeva, ma in genere ti viene fatta fare una prova di qualche ora dopo la quale ti viene detto “Bene, sei dei nostri” oppure “Grazie per essere passata, non sei cio’ che cerchiamo” e tanti saluti. O qualcosa di simile insomma. Non tieni una persona a tua disposizione per una settimana, facendola lavorare più volte e cambiando luoghi e orari senza preavviso, per poi sparire. Senza dire una parola oltretutto! A casa mia si chiama “professionalità zero”. E non è proprio cio’ che ci si aspetta in casi del genere.

Fatto sta che ho continuato imperterrita la mia ricerca, dopo aver perso non poco tempo dietro a queste persone. Ad un altro colloquio in un albergo, sembro piacere al direttore, mi spiega tutto e si parla addirittura di turni e paga. Ci salutiamo con la sua promessa di richiamarmi la settimana successiva, cosa che non è avvenuta. Tentativo di ricontattarlo fallito: nessuna risposta.

Sabato 24 vengo contattata da un ristorante che ha bisogno di un barman la sera stessa, con possibilità di stipulare poi un contratto in quanto dicono di aver bisogno tutta la settimana. Mi presento quindi, pronta a lavorare, con meno di tre ore di preavviso. Sorvolo sulle mie impressioni personali sul locale, ci sono stati aspetti sia positivi che negativi. A fine serata mi pagano in contanti  e mi liquidano con un “Grazie mille, sei stata bravissima”. E quindi?!
Mi richiamano il giovedi’ sera successivo, chiedendomi se potevo lavorare venerdi’ e sabato seguenti. Ovviamente vado, quei soldini mi fanno comodo . Il direttore mi chiede, al termine del primo turno, se sono interessata ad un contratto. Certo che si! Parliamo di orari e stipendio e mi dice che vedrà il tutto con il proprietario. Lavoro da brava anche sabato sera e.. Nulla. Mi pagano e ringraziano, ciao ciao.

E indovinate un po’ cosa è successo il giorno dopo quando ho provato a ricontattare tale direttore chiedendo informazioni riguardo il mio possibile contratto? Non ho ovviamente ricevuto risposta. Incredibile.

Stanno quasi riuscendo a farmi dubitare di me stessa. Quasi. Perché se avessi fatto pena non mi avrebbero chiamata di nuovo per le sere successive, no?
Non mi resta che bollare i francesi come non professionali e codardi, perché di dire a qualcuno “Non ci piaci” o “Non abbiamo bisogno” oppure ancora “Ci piaci ma adesso non riusciamo ad assumerti”, un capo o direttore o managerdistam* dovrebbe averne le palle, dovrebbe avere una sana e chiara sincerità professionale nel rispetto degli altri. O sono strana io? Ditemi voi, per cortesia.

In ogni caso la mia ricerca continua, nonostante io sia infinitamente stufa e scocciata. Ma non posso fare altrimenti, non posso permettermi di mollare. La sfida si fa sempre pîù dura ma ne usciro’ vincitrice, devo farlo.
Percio’, domani andro’ ad altri due colloqui col sorriso di sempre e con la stessa voglia di fare, la stessa disponibilità che ho regalato a persone che evidentemente non meritavano poi tanto disturbo.

E vedremo che ne sarà di me.

S.

Annunci

18 thoughts on “03 Ottobre 2015, Paris – Job&WTF

    1. A Londra mi è capitato tutto l’opposto, seriamente, mi sono meravigliata di quanto tutto fosse così diverso rispetto all’Italia.. Qui invece mi sto meravigliando, ma non nel senso positivo del termine!! Ed è un peccato! Spero di potermi ricredere..

      Liked by 1 persona

  1. Certo che sei stata all’altezza tu. Forse loro avevano bisogno di personale temporaneamente e hanno approfittato. Oppure semplicemente sono stro..i per natura e per mestiere e non rispondono alle chiamate ma ti chiameranno loro tra un pò per un’assunzione. Incrocio le dita per te!

    Liked by 1 persona

  2. Vorrei dire qualcosa di significativo ma… tutto quello che mi viene in mente mi suona sin troppo ovvio.
    Mi dispiace cara… se può essere utile, credo che “l’unica certezza delle cose sta nel loro continuo cambiamento”.
    Take care

    Liked by 1 persona

  3. Non demordere cara, sono a Parigi da qualche giorno e posso dirti che questo atteggiamento dei Francesi e’ agito soltanto verso gli Italiani, mi domando, sarebbero questi i nostri cugini d’Oltralpe?
    Rimane invariato il mio invito a contattarmi, se tu decidessi di tornare a Londra, ti metterei subito in contatto con mio figlio per eventuali soluzioni logistiche e forse anche lavorative.
    Serena giornata cara…… 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Secondo me è proprio un atteggiamento dei parigini in particolare (ci sono stato parecchie volte).
    Invece a me, nella nostra penisola, accade l’opposto: convoco persone per colloqui di selezione e non si presentano senza neppure avvisare ….mah

    Liked by 1 persona

    1. Gli italiani che fanno cosi’ proprio non li capisco.. E poi magari sono gli stessi che si lamentano che lavoro non ce n’è.. Bah.. Chi c’ha il pane non c’ha i denti, chi c’ha i denti non c’ha il pane!!

      Mi piace

      1. Tutto è relativo …non dico di accontentarsi, ma se un ventenne pretende di trovare un impiego come dirigente o “creativo” a tremila euro netti al mese e magari lavorando 4 ore per 3 giorni alla settimana, è chiaro che poi dica che non trova lavoro 😝

        Liked by 1 persona

Tell me what you think!!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...